agosto 2007


No OXML
NO al formato Microsoft Office come standard ISO

Poco tempo fa ho scritto un post in cui parlavo di una mia guida per principianti.
La guida era visibile solo sotto forma di pagine WEB.

Ora ho pensato di renderla accessibile anche come file PDF.
Così è possibile scaricarla e consultarla a piacimento quando se ne abbia bisogno.

La guida stessa, tra l’altro, è più aggiornata in quest’ultimo formato che non come html.

La segnalo quindi a quanti ne fossero interessati. La si trova ovviamente sul mio sito: Linux: come e perché

Tags: Linux Grub Informatica HowTo Konqueror Random Varie

Annunci

Rendendosi conto della difficoltà di mettere ancora una volta le mani nelle tasche degli Italiani, la banda al governo ha pensato di svaligiare la Banca d’Italia.

Parlo ovviamente del proposito manifestato da più parti e, incoraggiato dal promissor Prodi, di mettere le mani sulla riserva aurea italiana.

L’obiettivo è evidente.
Non essendo capaci di ridurre la spesa (la spesa corrente è aumentata del 12% nel primo trimestre 2007), l’oro della Banca d’Italia fa gola.

Potrebbe infatti essere speso per dare un contentino alla sinistra radicale, un contentino al centro e sparire per la maggior parte nella spartizione tra i vari gruppi, gruppuscoli, partiti e partitini dell’armata brancaleone al governo e magari, perchè no, dare anche un aiuto consistente al nuovo astro nascente, il partito democratico.

Come sempre l’unica speranza per gli Italiani risiede all’estero.
La Banca Centrale ha infatti immediatamente bocciata l’idea: qualsiasi utilizzo delle riserve auree dei Paesi facenti parte dell’Unione Europea deve essere deciso in maniera autonoma dalla Banca Centrale.

Col che abbiamo raccolto un’ulteriore figura da cialtroni (daltronde con il governo che ci ritroviamo sarebbe ben difficile fare una figura migliore).

Grazie Prodi.
Quando finalmente te ne andrai non sarà mai troppo presto.

Tags: Varie Prodi Governo Random

Ritorno sull’argomento per ribadire che il funzionamento è più che accettabile.
Belle anche alcune nuove plugins (expo in particolare).

Ho quindi deciso di tenerlo per un po’, magari aggiornandolo regolarmente.

All’uscita di KDE4 vedrò poi il da farsi: tenere il cubo o accontentarsi di quelle che saranno le novità grafiche di KDE.

Per il momento intanto ho riscritto lo script per la rotazione automatica del cubo (la plugin screensaver che ruota il cubo infatti è troppo esosa di risorse e mi scalda il povero pc).

Ho ripreso lo script che avevo già fatto (Rotazione automatica del cubo) per adattarlo alle nuove caratteristiche di Compiz-Fusion.

Eccolo:

#!/bin/bash
xbindkeys &
while [ 1 ]
do
num=$RANDOM;
slp=30.$num;
let “num %= 8”;
if [ “$num” = “1” ]; then
xte “keydown Control_L” “keydown Alt_L” “key Down”
sleep 1;
xte “key Right”
sleep 1;
xte “key Right”
sleep 1;
xte “key Right”
sleep 1;
xte “key Right”
sleep 2;
xte “key Right”
sleep 1;
xte “key Right”
sleep 1;
xte “keyup Control_L” “keyup Alt_L”
elif [ “$num” = “2” ]; then
xte “keydown Control_L” “keydown Alt_L” “key Right” “keyup Control_L” “keyup Alt_L”
elif [ “$num” = “3” ]; then
xte “keydown Control_L” “keydown Alt_L” “key Right” “key Right” “keyup Control_L” “keyup Alt_L”
sleep 0.5;
xte “keydown Control_L” “keydown Alt_L” “key Right” “key Right” “key Right” “keyup Control_L” “keyup Alt_L”
elif [ “$num” = “4” ]; then
xte “keydown Control_L” “keydown Alt_L” “key Down”
sleep 1;
xte “key Right”
sleep 1.5;
xte “key Right”
sleep 1;
xte “key Left”
sleep 1;
xte “key Right”
sleep 1;
xte “keyup Control_L” “keyup Alt_L”
elif [ “$num” = “5” ]; then
xte “keydown Control_L” “keydown Alt_L” “key Down”
sleep 1;
xte “key Left”
sleep 1;
xte “key Left”
sleep 1.5;
xte “key Left”
sleep 1;
xte “keyup Control_L” “keyup Alt_L”
elif [ “$num” = “6” ]; then
xte “keydown Control_L” “keydown Alt_L” “key Left” “key Left” “key Left” “keyup Control_L” “keyup Alt_L”
else
xte “keydown Control_L” “keydown Alt_L” “key Left” “keyup Control_L” “keyup Alt_L”
fi
sleep $slp;
done

Va a sostituire lo script originale del post lincato più sopra.
Il resto rimane invariato.

Buon divertimento.

Tags: Linux Beryl Compiz Informatica HowTo Varie Random

Ieri, dopo aver atteso che maturasse, ho installato su Sidux Compiz-Fusion.
Ovviamente ho mantenuto anche Beryl per ogni evenienza.

Il tutto è andato a buon fine. Le screenlets che avevo girano tranquillamente e ho cominciato a provarlo.
I passi avanti sono notevoli.
Vi sono alcune plugins nuove rispetto a Beryl, altre mancano, ma tutto sommato sono soddisfatto.

L’impressione è un minor uso di risorse e, forse una maggiore stabilità.
Rimpiango alcune finezze del configuratore di Beryl (ad esempio il posizionamento delle finestre che con Compiz-Fusion non ho ancora capito se c’è e se funziona).
In compenso ho apprezzato alcune novità.
Sul settore immagini delle facce, a parte la vecchia wallpaper plugin, c’è ora la possibilità di caricare le immagini direttamente sul cubo, previa eliminazione di kdesktop. Il sistema funziona benissimo, ma devo dire che Beryl Desktop manager (bdm) era superiore. Pur dovendo editare un file con gli indirizzi delle immagini da caricare, infatti, non richiedeva di eliminare kdesktop ed era avviato a diventare un vero e proprio desktop manager.
Peccato si sia perso per strada.

Concludendo posso dire di essere stato positivamente sorpreso.
Il nuovo Compiz-Fusion è infatti usabile e ha quasi raggiunto lo stand che aveva Beryl quando è stato assassinato.

Tags: Linux Compiz Informatica Beryl Random Varie