Tre notizie su cui pensare (ovvero quando si dice un buon governo):

ITALIA A RISCHIO CREDIBILITA’
Sul Dpef e le pensioni l’Italia non mette “in gioco solo il suo bilancio, ma la ctredibilita’ dell’intero impianto di politica economica europea”. L’avvertimento arriva da Lorenzo Bini Smaghi, rappresentante italiano nel board della Bce. “Il nostro Paese”, sottolinea il banchiere centrale europeo in un’intervista a ‘La Repubblica’, “e’ gia’ in coda alle classifiche Ue sulla rigidita’ dei mercati, l’ingerenza pubblica nell’economia, le infrastrutture, la corruzione, il funzionamento della giustizia. Forse l’unica eccezione e’ il mercato del lavoro, dove negli ultimi anni si sono fatte riforme che hanno ridotto la disoccupazione sotto la media europea. Ma aggiungiamoci il peso del debito pubblico e l’incertezza sulla pressione fiscale, derivante anche dal continuo rimettere in discussione il sistema pensionistico, e non ci si puo’ meravigliare che gli investitori e i consumatori siano piu’ prudenti che altrove”.(AGI) – Roma, 9 lug. 2007

SUPERINDICE SALE 0, 5 PUNTI A MAGGIO; ITALIA SCENDE A 93
Il superindice dell’area Ocse e’ salito a maggio di 0,5 punti a 110,1 da 109, 6 di aprile (dato rivisto). Lo rende noto l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico precisando che il tasso a sei mesi e’ risultato in crescita per la quinta volta consecutiva passando dal 2 al 2,6%. In Italia il superindice e’ sceso a 93 punti da 93,6 e la tendenza a sei mesi e’ passata da -2% a -3%. La crescita economica moderata, precisa l’Ocse, continuera’ nell’area e i dati mostrano una migliore performance nella tendenza semestrale di tutte le maggiori economie eccetto l’Italia. Continua anche l’espansione in Cina, India e Brasile e migliorano le previsioni di crescita per la Russia. L’indice per la zona euro e’ salito di 0,1 punti a 107,6 mentre si e’ mantenuta stabile la tendenza a sei mesi (0,9%). Per quanto riguarda il G7 l’indice e’ cresciuto da 105,5 a 106,0 (il tasso a sei mesi e’ passato dall’ 1,2 all’ 1,9%). Continua il trend positivo negli Stati Uniti. Il superindice mensile e’ salito da 107,4 a 107,9 con un tasso semestrale che e’ passato dal 2,1 al 2,8%. In Francia l’indice ha registrato un aumento di 0,5 punti passando da 101,9 a 102,4 con una tendenza semestrale in crescita dallo 0,7 all’1,6%. In Germania l’indice mensile e’ passato da 115,5 a 115,9 (il tasso semestrale e’ salito dall’ 1,5 all’ 1,8%). In crescita anche il Regno Unito: l’indicatore e’ cresciuto da 97,2 a 97,7 ( con un tasso a sei mesi passato dallo 0,9 al 2%). In Giappone si e’ registrato un incremento di 0,7 punti da 106,1 a 106,8 ( il tasso semestrale passa dal -0,7 allo 0,6%). In Canada l’indice e’ salito a 100,0 , in rialzo di 0,3 punti e la tendenza semestrale e’ passata dal 2,4 al 3%. Consistente l’aumento registrato in Brasile: il superindice e’ cresciuto da 134,7 a 137,1 e il tasso semestrale e’ salito dall’11,5 al 13,6%. La Cina ha visto salire l’indicatore di 3,3 punti a 258,1 con una tendenza a sei mesi stabile al 17,7%. (AGI) – Roma, 6 lug. 2007

PECORARO, POTERI OCCULTI SU RIFIUTI
(Risultato di un decennio di amministrazione di sinistra o stupidità di un ministro?)
(ANSA) – NAPOLI, 9 LUG – ‘Ci sono molti poteri occulti che lavorano per l’emergenza, perche’ non vogliono la fine del commissariato straordinario per i rifiuti’.Lo ha detto il ministro dell’Ambiente, Pecoraro Scanio, invitando a una costante vigilanza.

Tags: Varie Prodi Governo Random

Annunci