Ho provato Recoll, un ‘Desktop Search Tool’ per Linux e ne sono rimasto favorevolmente colpito.
Sino ad oggi ho usato Beagle, che contrariamente ad esperienze altrui, aveva per me sempre svolto dignitosamente il suo compito.

Poi ho provato Recoll e Strigi.

Quest’ultimo è evidentemente in fase iniziale di sviluppo, visto che la ricerca possibile è molto primitiva. Al momento quindi non è in grado di sostituire Beagle.

Recoll invece è impressionanate:

– Velocità incredibile di indicizzazione;
– Enorme configurabilità nella ricerca;
– Grande velocità nel mostrare i risultati.
– Minimo spazio occupato sul disco (per il database).

Dotato di interfaccia Qt, ha per il momento solo un piccolo difetto: la configurazione iniziale (ed eventualmente successiva) va fatta editando un file e non è ancora possibile impostarla dall’interfaccia.

In teoria permette di indicizzare il contenuto dei file di questi formati:

text, html, OpenOffice (anche odt), KWord (solo odt), maildir, mailbox, gaim, postscript, pdf, msword, powerpoint, rtf, dvi, djvu, mp3.

In effetti, non mi indicizzava i file OpenOffice, compresi gli odt.
E’ però bastato sostituire la linea:

trap cleanup EXIT SIGHUP SIGQUIT SIGINT SIGTERM

con la seguente (suggeritami dall’Autore):

trap cleanup EXIT HUP QUIT INT TERM

nel file /usr/share/recoll/filters/rclsoff per risolvere il problema.

Oltre ai formati indicati, ne indicizza molti altri (sia pure considerandoli come testo), tra cui, cosa per me essenziale, i files di Lyx e Scribus.

Conclusione.

E’ un programma certamente da provare, secondo me già oggi in grado di sostituire pienamente Beagle offrendo inoltre possibilità di ricerca nettamente superiori.

Tags: Linux HowTo Random

Annunci