Oggi mi va di parlare di Emerald, il gestore di finestre di Beryl.
Emerald è, da quel che vedo in giro, poco conosciuto ed utilizzato da chi usa Beryl.
In realtà è forse il gestore di finestre più potente e duttile presente oggi nel mondo Linux.

Con Emerald è possibile creare l’aspetto delle proprie come meglio ci piace.
E’ possibile decidere dove e quanti pulsanti inserire, definire i colori, la trasparenza e quant’altro della barra della finestra con semplici azioni che non richiedono alcuna specifica capacità.

Vediamo un esempio concreto.

screenshot7.png

La barra in figura contiene un pulsante, a sinistra, per porre la finestra su una o su tutte e quattro le facce del cubo e, a destra, oltra ai tre pulsanti classici, anche un pulsante per porla in primo piano (sopra tutte le altre.

Per ottenere qualcosa di simile (o di molto diverso, dipende da cosa si vuol fare), basta aprire Emerald e impostare le proprie scelte.
La prossima immagine mostra Emerald all’apertura.

screenshot10.png

Scegliamo un tema qualsiasi (meglio se simile a quello che vogliamo creare) e apriamo la tab ‘edit’

screenshot8.png

La prima cosa da fare è cambiare il nome del tema (parte inferiore della finestra) e salvarlo. Così evitiamo di cambiare in modo difficilmente reversibile uno dei temi predefiniti.
Fatto questo possiamo cambiare tra i vari motori di rendering (in alto a sinistra) e vedere in tempo reale cosa cambia.
Possiamo cambiare i colori della barra e vedere in tempo reale cosa succede.
Impossibile dare regole precise. La cosa migliore è provare e vedere.
Le possibilità sono davvero infinite.
Per fare queste prove è bene avere una finestra che copra parzialmente un’altra in modo da vedere gli effetti sia sulla finestra attiva che su quella non attiva.

Trovato un insieme di combinazioni che ci soddisfano, passiamo ora ai bottoni da applicare.
Per far questo apriamo il Tab ‘Bottoni’.
Qui vedremo i bottoni esistenti per il tema (da noi modificato) prescelto.
Può essere che non vi siano tutti quelli che vorremmo.
Poco male, Basta creare quelli che mancano. Per farlo o utilizziamo bottoni già esistenti per altri temi oppure li disegnamo con un programma qualsiasi di grafica.
La cosa più semplice è aprire un bottone già esistente, modificarlo e salvarlo col suo nome. I bottoni del nostro tema vanno salvati in ~/.emerald/theme/nome_nostro_tema col nome ‘buttons.funzione.png’. Ad esempio buttons.above.png e buttons.un-above.png per il bottone che pone la finestra sopra tutte le altre.
Una volta creati i bottoni che servono, basta caricarli in questa sezione di Emeral a fianco della loro rispettiva voce.
Bisogna ora farli apparire sulla barra della finestra. Vedremo core tra poco.

Ora apriamo la Tab successiva, ”Cornice/ombre’.
Qui possiamo giocare con le varie impostazioni sino a che l’ombra della finestra non ci soddisfa appieno.

Passiamo ora alla Tab successiva ‘Barra titolo’ e impostiamo i bottoni e il titolo della finestra.

screenshot9.png

Sulla parte sinistra impostiamo i colori del testo. Facciamo tutte le prove necessarie sino ache non siamo pienamente soddisfatti.
Poi passiamo alla parte destra.
Qui possiamo innanzitutto scegliere il carattere del titolo (in alto a destra).
Nella casella più in basso possiamo scegliere la posizione del titolo e i pulsanti che vogliamo appaiono sulla barra.
Basta scegliere se il titolo debba essere centrato o a destra e inserire i codici per i pulsanti.
I codici sono:
C = chiudi
N = iconizza
X oppure R = ripristina
I = icona
T = titolo
H = help
M = menu
S = shade (arrotola)
U oppure A = on top (sopra le altre)
Y = in ogni faccia
(n) = numero di pixel vuoti, ad esempio (5)

La parte sinistra è separata da quella centrale da due punti; quella centrale dalla destra da due punti; a sua volta la parte sinistra è separata con due punti dal layout.

Per essere chiari ecco il contenuto che distingue l’esempio iniziale:

I(2)Y:T:A(4)NXC:Normal Layout

cioè in pratica:
Icona, due pixel vuoti, su tutte le facce: Titolo: On Top, 4 pixel vuoti, iconizza, massimizza, chiudi: Layout Normale

Messi a posto i bottoni, non ci resta che regolare l’altezza della barra stessa, e la posizione dei bottoni stessi (offset verticale e orrizzontale).

Se siamo soddisfatti, salviamo il tutto,

Tags: Linux Beryl Compiz Random HowTo Varie

Annunci