“Torno a ribadire, per chi non ha ancora capito, e soprattutto per chi non ha voglia di capire, che noi non alzeremo le tasse.”
Noi le abbasseremo.”
(Prodi agli Italiani in TV)

Ritorno sul discorso dei bolli per le auto e per le moto per cercare di fare un po’ di chiarezza.
Il mio intento, lo dico subito, è praticamente impossibile, visto che il Governo Prodi alla mattina dichiara una cosa, al pomeriggio la cambia e la sera presenta un emendamento completamente diverso. Il tutto inoltre dovrà essere poi ratificato dal Senato e, se vi sono modifiche rispetto al testo già approvato alla Camera, tornare a quest’ultima per l’approvazione definitiva (salvo nuove modifiche)!

Ma andiamo con ordine.

BOLLO AUTO

In base al decreto fiscale presentato tutte le auto, escluse le euro 4, subiranno un rincaro del bollo (anche le euro 4 se di potenza superiore ai 100 KW). Vediamo nel dettaglio:

Auto euro 0
Sono 11 milioni e per loro il bollo sarà superiore al valore commerciale dell’auto. In pratica le euro 0 dovrebbero pagare 3 euro per ogni KW sino a 100 KW (136 CV), 4,5 euro per ogni KW in più.

Auto euro 1

Sono 4,5 milioni. Dovranno pagare 2,9 euro per ogni KW sino a 100 KW (136 CV), 4,3 euro per ogni KW in più.

(Ricordo che il governo era partito lancia in resta per far “piangere” i ricchi proprietari dei tanti criminalizzati Suv, alla resa dei conti a pagare saranno soltanto i poveracci (32% del parco macchine circolante) che circolano con vecchie “carrette” che non hanno alcun valore di mercato. Dietro lo scudo della lotta all’inquinamento, si intravede solo l’ennesima operazione per fare cassa: l’unico modo per drenare denaro agli automobilisti era quello di colpirne tanti e, naturalmente, il governo Prodi non si è tirato indietro).

Auto Euro 2
Fino a 100 KW (136 CV) 2,8 euro per ogni KW. Oltre 4,2 per ogni KW in più.

Auto Euro 3
Fino a 100 KW (136 CV) 2,7 euro per ogni KW. Oltre 4,05 per ogni KW in più.

Auto Euro 4 e 5
Fino a 100 KW (136 CV) 2,58 euro per ogni KW. Oltre 3,87 per ogni KW in più.
(Le euro 5 non sono presenti in Italia. Si tratta di una tassa sul futuro!!!)

Il Decreto fiscale prevede l’ecoincentivo alla rottamazione di una Euro 0 o 1 in favore dell’acquisto di una Euro 4: niente bollo per 2 o 3 anni. Ma le modifiche fatte dalla Camera al Decreto hanno tolto l’esenzione. Se il Senato approverà il Decreto così come modificato dalla Camera, il bollo andrà pagato anche da chi ha comprato una Euro 4 sperando nell’ecoincentivo. Insomma, è rimasto fregato.
Se il decreto sull’esenzione del bollo non verrà reiterato, c’è il rischio che tutti quei nuovi proprietari siano doppiamente gabbati: pagheranno il bollo e perderanno i vantaggi della rottamazione in arrivo con nuove regole.
(Il bollo è rincarato per le auto Euro 0, 1, 2, 3. Per le Euro 4 è rimasto come prima. A vantaggio dei ricchi).

Oltre al rincaro del bollo, c’è il superbollo: una tassa in più. Una mazzata su una mazzata. Che pagano le auto con oltre 100 kW, cioè 136 CV. A svantaggio della sicurezza: la tecnologia delle macchine ha bisogno di potenza).

Sono inoltre previsti aumenti delle tariffe applicabili per le operazioni in materia di motorizzazione. Diventano più salati: omologazioni, immatricolazioni, revisioni, collaudi, patenti di guida (compreso il rilascio di duplicati).

Grazie al Governo Prodi, mantenere l’auto costerà 400 euro in più all’anno (dati Codacons): è il risultato di una somma tra le maggiori uscite per carburante, bollo, superbollo, Rc auto e pedaggi autostradali. Inoltre, sono previsti rincari fino al 75% per auto Euro 0 e fino al 70% per le Euro 1.
I cittadini meno abbienti, che non possono permettersi di comprare una nuova auto Euro 4, saranno i più martellati.

MOTO

Stangata per le moto: il bollo rincara. Fino a 11 kW, si pagheranno 26 euro (prima era 19,11 euro) e ci sarà un maggiore aggravio per ogni kW di potenza superiore di 1,70 euro (prima il costo di partenza era di 0,88 euro).

E il tutto nel momento in cui, grazie al precedente Governo, abbiamo un notevole aumento delle entrate fiscali e dell’indice di produzione industriale!

ATTENZIONE: dal momento che siamo governati da bugiardi e incompetenti le cifre qui riportate possono peggiorare. Potrebbero anche migliorare qualora l’opposizione riesca ad avere la meglio, o addirittura, riesca a mandare Prodi a casa.

La speranza è l’ultima a morire.

“Torno a ribadire, per chi non ha ancora capito, e soprattutto per chi non ha voglia di capire, che noi non alzeremo le tasse.”
Noi le abbasseremo.”
(Prodi agli Italiani in TV)

Tags: Prodi Random Governo Varie

Annunci